Castiglione Olona

Cuirone

Tornano le serali Fidal, anche se ridimensionate dalle misure anti-contagio, che riducono la partecipazione, ma non spengono certo l’entusiasmo degli appassionati.

Sono in quasi 300, fra competitivi e non, i presenti alla prima assoluta della “Quatar Pass par Cuirùn”, organizzata da Atletica Casorate.

L’atmosfera è quella del Giro del Varesotto, sia per la lunghezza del percorso (4,9 km), sia per l’alto livello qualitativo. Anche la temperatura, non troppo elevata, aiuta i concorrenti ad esprimersi al meglio.

Prima della partenza, un più che doveroso tributo a Vittorio Magnoni, ex-atleta di prestigio ed ex-presidente di Atletica Casorate, un vero appassionato dell’atletica vera, scomparso qualche mese fa. Si parte in leggera discesa per quasi un chilometro e mezzo, per poi risalire e tornare nella frazione Vergiatese, ridiscendere nuovamente per ripercorrere a ritroso i primi 400 metri.

Come nelle ultime edizioni del Giro, anche ieri è stato Andrea Soffientini a dominare, chiudendo in un ottimo 14’53” e precedendo di 33″ Giovanni Carli e di 40″ Matteo Borgnolo.

Fra le donne, dominio di Silvia Oggioni (16’53”), secondo posto per Barbara Benatti (17’58”), terzo gradino del podio per Francesca Annoni (18’16”). Tre i biancorossi presenti: Tito giunge 23° assoluto in 18’04”, Valerio 68° in 23’04”, mentre Elena è nona di categoria (26’37”). Complimenti a tutti!

Sempre ottimo il livello organizzativo, con percorso vario, ben presidiato e segnalato, premiazioni a sorpresa, l’unico neo la distanza fra i parcheggi ed il luogo di ritrovo, d’altra parte il paesino è piuttosto angusto e privo di grandi spazi ove lasciare l’auto.

Alla prossima!

Weekend di corsa

Fine settimana sin troppo affollato di gare nella nostra provincia, a 24 ore dalla “Tra Ville e Giardini” si è corso a Saronno il 12° Running Day, valido come campionato regionale master su strada.

10 i chilometri certificati del percorso, che si snoda come di consueto su due giri fra le strade della città del famoso liquore.

Queste le classifiche maschili e femminili:

A rappresentarci il nostro ex-sindaco Emanuele, che ha chiuso in 259^ posizione, con il tempo di 49’39”. Bravo Emanuele!

Il mattino seguente si è disputata a Luino la Corri Senza Barriere, sempre di 10 chilometri, che ha visto la partecipazione di un centinaio di atleti competitivi e altrettanti al via della non competitiva.

Questo il podio maschile:

Lieta sorpresa del podio femminile è la nostra Francesca, che, alla terza gara in una settimana, conquista la seconda posizione assoluta, grande Francesca!

I complimenti vanno fatti anche ad Andrea (primo di categoria!) e Patrizio, quest’ultimo rientrante alle gare:

Ottima l’organizzazione, avrebbe meritato una partecipazione più numerosa, per il prossimo anno auspico che si cerchi di evitare concomitanze di gare simili.

Alla prossima!

Tra Ville e Giardini

Tornano le corse in provincia e torna ad animarsi il capoluogo, con la “Tra Ville e Giardini” che festeggia l’ottava edizione, dopo l’annullamento causa covid dello scorso anno.

Sono quasi 300 gli iscritti, forse non ha giovato la quasi concomitanza (24 ore prima) con i campionati regionali su strada, in programma stasera a Saronno, ad ogni modo è sempre uno spettacolo poter ammirare mentre si corre i parchi delle ville varesine.

Percorso allungato rispetto al passato, sono 11,6 i chilometri (dichiarati) che, uniti al caldo ed ai diversi saliscendi, rendono la prova veramente impegnativa.

Queste le top 5 maschile e femminile:

Questa invece la classifica dei nostri atleti da sottolineare di nuovo la buona prova di Francesca, 18a assoluta fra le donne:

Nel fare i complimenti a tutti, occorre menzionare che vi sono state diverse lacune da parte dell’organizzazione, è vero che è difficile mettere in piedi prove del genere a Varese, fra mille incroci e automobilisti impazienti (per usare un eufemismo), però misurare correttamente la distanza (i chilometri effettivi erano addirittura 14!), visto che i gps sono da anni alla portata di tutti, mi sembra il minimo sindacale. In più, far correre la gente più di un’ora d’estate senza un ristoro intermedio è puro sadismo. Spero che gli organizzatori ne tengano conto i prossimi anni.

Alla prossima!

Pian piano ricominciano le gare anche nella nostra provincia.

Mercoledì 2 è partito il Gran Prix delle Montagne Varesine, con la cronoscalata Voldomino-San Martino, che ha visto la vittoria di Simone Paredi e Ilaria Bianchi.

Nonostante gli acciacchi e il poco allenamento, Nando ha concluso la prova in 52^ posizione assoluta (2° di categoria), con il tempo di 27’53”. Bravo pres!

Oggi invece i nostri atleti erano impegnati su due fronti.

A Ternate si è disputata la Corri con Samia, dominata dai forti atleti keniani, con Nyakundi Dickson Simba che ha abbattuto il muro dei 40′ (39’39”) sul percorso del Giro del Lago di Comabbio leggermente modificato (circa 12,6 km) causa lavori di ristrutturazione del pontile in legno.

E’ stata la prima gara in biancorosso per la nostra Francesca, che ha concluso brillantemente in seconda posizione di categoria. Complimenti a lei ed agli altri Athlon in gara, fra cui c’era anche Laura, impegnata nella non competitiva. Questi i tempi di chi ha partecipato alla gara ufficiale:

Questo è il link per visionare le mie foto scattate lungo il percorso: https://1drv.ms/u/s!Av8WXcfSk2AygftF0oHOYmwGuYMjDg?e=ngmRZ5

Last, but not least, occorre ricordare i nostri Elena e Paolo, che ci stanno rappresentando alle 10K di Milano e dintorni, di seguito i loro tempi alla Cave Run Free. Complimenti anche a voi!

Forlanini Run Free

Terzo appuntamento con le 10K di Milano e dintorni, ospitato dal Parco Forlanini.

Vittoria in campo maschile per Dario Rognoni (31’39”), che ha preceduto di un solo secondo Simone Paredi e di 5″ Filippo Ba.

Fra le donne, dominio della nazionale Giovanna Epis, che ha terminato nona assoluta in 33’51”. Seconda, con il tempo di 37’15”, Maria Righetti, gradino più basso del podio per Katia Nana (37’25”).

Questi i risultati dei nostri portacolori: Andrea Vian (39’50”), Paolo (48’58”), Emanuele (49’32”) ed Elena (58’12”). Complimenti a tutti!

Il prossimo appuntamento della rassegna sarà fra due fine settimana, al Parco City Life, fra le varie gare si disputerà anche la prima prova del Club del Miglio.

Buone corse a tutti!

Milano Run Free

A soli sette giorni dalla tappa di Monza, è la “montagna” dei milanesi, vale a dire il Montestella ad ospitare i circa 300 atleti competitivi (più coloro che hanno disputato la corsa libera).

Sui 10 km dell’impegnativo percorso, ha prevalso Manuel Molteni (Villa Guardia) in 33’13”, davanti a Dario Rognoni (CUS Pro Patria), 33’33” e a Giuseppe Molteni (Atletica Desio), che ha concluso in 33’37”.

Fra le donne, la portacolori dell’Atletica Lecco Maria Righetti è stata con 37’52” la più veloce, 39’10” il tempo della seconda, Elisabetta Manenti (Atl. Pianura Bergamasca), terza è giunta Benedetta Broggi (Triathlon Pavese) in 39’47”.

I nostri infaticabili Paolo ed Elena erano presenti anche oggi, terminando rispettivamente in 52’19” e 58’47”. Bravi!

Il prossimo appuntamento per questo interessante circuito sarà fra due settimane al Parco Forlanini. Buone corse!

Monza Run Free

Si è corsa ieri, nel Parco di Monza, la prima tappa della Milano & Monza Run Free, su distanze di 21 km (competitiva) e 10 km (competitiva o libera). Ovviamente sono state rispettate tutte le attuali norme anti-covid, con partenze scaglionate e mascherina obbligatoria i primi 500 metri e subito dopo l’arrivo.

Alla 10K competitiva hanno partecipato i nostri: Emanuele (48’31”), Paolo (49’28”) ed Elena (57’14”). Complimenti a tutti!

Il prossimo appuntamento con la kermesse sarà già domenica 25 aprile presso il Parco Montestella, sulla distanza dei 10 chilometri.

64° CAMPACCIO

Ripartono le gare fra mille difficoltà causa covid, ma prima è d’uopo un passo indietro di circa un mese, per l’esattezza torniamo al 21 febbraio scorso, quando Tiziano fece registrare un ottimo 1.24’06” alla Mezza di Trecate. Complimenti!

Oggi invece era il turno del Campaccio, spostato di due mesi e mezzo rispetto alla tradizione, quasi per un ritorno alle origini (la prima edizione del 1957 si corse a marzo).

Per rispettare i protocolli anti-covid, la gara dei masters è stata anticipata al sabato pomeriggio, con partenze ripartite per categorie.

5,3 i chilometri per gli atleti fino agli SM50, due giri, per un totale di 4 km, invece il destino riservato a donne e agli over 55.

Per gli Athlon, il primo a scendere in campo è stato Tiziano che, nonostante fosse in fase di carico, ha impiegato 21’46”, giungendo 18° di categoria.

Nella gara femminile, da segnalare la vittoria di Ilaria Bianchi, già plurivincitrice (7 trofei) del Winter Challenge ed esperta nelle corse in montagna.

Subito dopo, toccava agli SM55, con Valerio che conclude in 23° posizione, nel tempo di 17’14”.

Ottima l’organizzazione, con protocolli anti-covid rispettati (partenza leggermente distanziata con primi 2-300 metri con mascherina indossata), maglietta regalo d’ordinanza e un validissimo speaker, che sicuramente farà carriera.

Domani mattina le gare del settore giovanile, mentre il pomeriggio sono di scena le prove internazionali femminile e maschile.

Vararo-Crocetta

Tappa numero tre, l’ultima prima della pausa agostana, per il Grand Prix delle Montagne Varesine, che ripropone una partenza classica, quella di Vararo. Il percorso è però quasi completamente diverso rispetto al Giro del Pozzopiano, perché, dopo il primo tratto boschivo, invece della durissima salita fra i prati verso il Passo del Cuvignone, devia verso il Monte Crocetta, posto a 1136 metri di altitudine.

Sono un centinaio i partenti odierni, ma il livello qualitativo rimane sempre molto elevato.

Il più veloce a correre gli oltre 3 chilometri di ascesa è stato il rappresentante di Atletica Pidaggia Simone Paredi (19’43”), che ha preceduto Giuseppe Molteni di Atletica Desio (20’40”), terzo Claudio Marzorati di AlmostThere (21’30”).

Per gli Athlon, ottavo assoluto è giunto Patrizio (23’21”), 18° Daniele (25’34”), 43° Nando (31’16”). Complimenti a tutti!

Nonostante le fatiche della corsa in montagna del pomeriggio precedente, è ancora Ilaria Bianchi a primeggiare, concludendo in 23’08”, seconda si riconferma Elena Soffia (25’15”), terza Giulia Merola di AlmostThere (25’47”).

QUI le classifiche complete di giornata

QUI le mie fotografie.

Dopo la breve pausa estiva, il Grand Prix delle Montagne Varesine riprenderà domenica 30, con la Duno – San Martino, altra cronoscalata di 3,8km, con ben 530 metri di dislivello.

Buone ferie a tutti!

 

Su per Monteviasco

Per il secondo appuntamento, il Grand Prix delle Montagne Varesine sceglie uno dei percorsi più suggestivi della nostra provincia.

Quello degli oltre 1000 gradoni che portano dal Ponte di Piero al borgo di Monteviasco è uno dei più amati dai camminatori, che possono poi ambire a gustarsi un bel piatto di polenta e selvaggina nelle trattorie del posto.

Sono più di 400 i metri di dislivello da affrontare in poco più di 1500 metri di percorso, a parte qualche breve spianata, le pendenze sono sempre intorno al 25-30%.

Circa 120 i concorrenti odierni, che hanno affollato sin dal primo mattino i parcheggi di Curiglia per sfidarsi contro il tempo, in rispetto delle norme sanitarie.

Il più veloce è stato Alessandro Molteni di Atletica Desio (15’40”), che ha preceduto di due soli secondi il rappresentante di Atletica Pidaggia Simone Paredi, terzo (17’40”) il bognanchese Alessandro Losa.

18’07” è stato l’ottimo tempo di Patrizio (7° assoluto), da rilevare anche il 12° posto di Daniele (18’35”), mentre Nando, sempre in precarie condizioni, termina 48° in 24’23”. Complimenti a tutti!

Ilaria Bianchi si conferma Signora delle Montagne, bissando la vittoria di due settimane fa a Voldomino e concludendo in 18’18”, brava anche Elena Soffia, seconda in 19’27”, terza la sempre-verde Ombretta Bellorini (21’14”).

QUI le classifiche complete di giornata

QUI le mie fotografie.

C’è solo una settimana per prendere fiato e ricaricare le energie, già domenica 2 agosto è in programma un’altra dura tappa, quella che da Vararo porta al Monte Crocetta, di circa 3 km, con i primi due veramente impegnativi.

Cloud dei tag